Back to Question Center
0

Dovresti pubblicare su LinkedIn, media e altri siti di pubblicazione?

1 answers:

I marketer sembrano soffrire più della maggior parte della sindrome dell'Oggetto Lucido. Sono distratti dal giocattolo più nuovo e più lucido appeso di fronte a loro. Seriamente, il mio cane si fa meno distratto quando faccio tintinnare le mie chiavi - cupboard online.

I venditori di contenuti sono altrettanto cattivi. Ho visto persone saltare su Medium, LinkedIn, Ello, This, Inc, Forbes, Entrepreneur e Huffington Post, per poi tornare indietro settimane dopo.

Sono tutti alla ricerca di un editore sfuggente, quell'unico strumento che risolverà tutti i problemi di marketing e pubblicazione.

Se pubblico su LinkedIn, la gente leggerà le mie cose.

Se pubblico su Ello, la gente comprerà da me.

Se pubblico su Medium, diventerò una star.

Should You Publish on LinkedIn, Medium, and Other Publishing Sites?

Non fanno nulla di più di qualsiasi altro editore sta facendo.

Oh certo, Medium ha creato un'app per le persone a cui piace pensare a pensieri profondi sui latticini di soia, mentre LinkedIn sta raggiungendo un enorme pubblico di affari perché Richard Branson e Gary Vaynerchuk pubblicano lì. Ma Medium non è il messaggio.

Questi sono ancora solo editori. Non hanno Magical Publishing Fairy Dust che fa leggere alle persone il tuo lavoro. Tu fai.

Don 't Build on Rented Land

Per anni, ho affermato che hai bisogno del tuo posto per essere il fulcro centrale dei tuoi social media e del tuo marchio personale. Hai bisogno di un posto dove mandare gente, un posto che è tuo e solo tuo. Qualche posto che controlli, non è alla pietà di nessuno, e non è sottoposto ai volubili venti del mercato.

Questo è il tuo blog.

Questo non è un punto su Blogger o WordPress. com. (Ho dovuto bloccare un blog cliente anni fa senza preavviso, perché a Blogger non piacevano i nostri link in uscita. Due anni di contenuti, andati in un istante.)

Non è il tuo. Pagina aziendale di Facebook. (Facebook ha pregato tutti di aprire una pagina aziendale, solo per chiudere la propria copertura a meno che non si paghi.)

Non lo è . cm . (Si chiudono completamente il 31 luglio.)

Non è LinkedIn, Medium o Ello. (Leggi i precedenti tre paragrafi.)

È il tuo blog su il tuo server con la tua versione di WordPress. (O Dio ti aiuta, Joomla o Drupal.)

Non hai il controllo dei tuoi contenuti quando si trova sul sito di qualcun altro. Non puoi impedire loro di eliminare il contenuto, limitarne la portata o chiuderlo completamente.

Ma se è sul tuo blog, hai il controllo. È il tuo sito, è il tuo contenuto e puoi dire quello che vuoi.

Se si desidera comunque utilizzare questi altri siti, andare avanti. Pubblica prima sul tuo blog, attendi un giorno o due, quindi pubblicalo su questi altri siti.

Questo perché vuoi che i tuoi contenuti ricevano tutto il succo di Google. Se viene pubblicato per primo, Google lo vedrà come materiale canonico. Se non è il primo, Google non se ne accorge nemmeno.

Sarà come me alle mie danze del liceo da capo.

(Pubblicazione secondaria: il nerd del liceo del content marketing.)

Ma, anche questo non cosparge di Magical Publishing Fairy Dust.

È ANCORA LA TUA SOCIAL NETWORK!

I social media sono ciò che separa gli scrittori medi con reti enormi da grandi scrittori con piccole reti.

Se non si spinge il contenuto sui social media, la gente non lo vedrà. Se non promuovi il tuo lavoro, nessuno lo leggerà. Se non parli alle persone, non ti interessa!

Indipendentemente da dove pubblichi, devi dire al maggior numero di persone che puoi sul tuo lavoro. A loro non importa dove sei pubblicato, vogliono solo vederlo.

I social media, non alcuni software di blogging ipnotizzato, sono la tua magica polvere di editoria.

Vuoi essere letto su LinkedIn?. Condividi i tuoi post su LinkedIn su Twitter e Facebook alcune volte al giorno.

Vuoi che il tuo post Medium raggiunga un pubblico più ampio di lettori che la pensano allo stesso modo?. Segui i tuoi autori preferiti, lascia commenti intelligenti e personalizzati e condividi il loro lavoro. Ti controlleranno, e se a loro piace quello che hai fatto, condivideranno il tuo lavoro in cambio.

Lo diciamo dal 2007, quando abbiamo iniziato a dire alla gente come raggiungere un pubblico più ampio. E non è cambiato. Gli strumenti potrebbero essere cambiati, ma le tecniche no. Le persone leggeranno le tue cose se tu a) hai qualcosa che vale la pena leggere e b) diglielo.

Bottom line: Non sto dicendo di non pubblicare su LinkedIn, Medium o altri luoghi. Pubblica lì secondo , pubblica sul tuo blog prima . Non rinunciare al controllo finale del tuo lavoro per la cosiddetta magia di qualcun altro.

Credito fotografico: Sophie Anderson, Take the Fair Face of Woman (Wikimedia Commons, painting, public domain)

(77. ) Contenuto correlato:

  1. Contenuto, non SEO, dovrebbe Media proprietario (guest post)
  2. Google AuthorRank: un enigma per. Content Marketers Who Don't Do Do Bylines
  3. Five Steps for Surviving Google Authorship's Death
  4. Perché ho lasciato il social media marketing (. 34)
  5. 5 Motivazioni Vendite B2B Need Social Media
Better Related Posts Plugin
(. 123) 0

April 19, 2018